“In Giardino con EMERGENCY” Domenica 14 Maggio dalle ore 15.30 presso il Giardino Officinale di Morro D’Oro

Torna, per il terzo anno, l’evento “In giardino con Emergency” domenica 14 maggio, una collaborazione tra il gruppo di Emergency Teramo e il Giardino Officinale di Morro D’Oro.

Questo il programma dell’evento:

Ore 15.30: visita guidata nell’orto botanico alla conoscenza di erbe officinali e del loro uso alimentare e curativo;

Ore 17.00: pausa drink con degustazione di bevande aromatiche e presentazione dei progetti umanitari di Emergency;

Nel corso del pomeriggio ci sarà lo stand del truccabimbi.

La quota di partecipazione è di 5 euro (gratis per i bambini), destinata agli ospedali per le vittime di guerra in Afghanistan.

Vi aspettiamo a Santa Maria di Propezzano – Morro d’Oro (nei pressi dell’Abbazia)! E’ obbligatorio prenotarsi al numero 347/8222808.

Inoltre, la mattina di sabato 6 e 13 maggio i volontari di Teramo allestiranno un banchetto, sotto i portici di Corso San Giorgio, con le piantine del Giardino Officinale per raccogliere fondi per i progetti attivi in Afghanistan. “Vedere le rose fiorite in inverno è davvero uno spettacolo: anche qui a Lashkar-gah, il nostro ospedale per vittime di guerra ha un suo bellissimo giardino interno, sempre molto ben curato dai nostri giardinieri” così descrive Roberto, un infermiere dello staff di Emergency in Afghanistan. Emergency ha sempre avuto molta attenzione nei progettare gli ospedali, non solo funzionali ed efficienti, ma anche esteticamente belli, perché chi accede negli ospedali deve trovare un ambiente confortevole e tranquillo. Con questo filo conduttore vi aspettiamo al Giardino Officinale per un pomeriggio tra conoscenza, esplorazione solidarietà!

Posted in Banchetti e iniziative | Leave a comment

100 CENE PER EMERGENCY – DOMENICA 26 MARZO PRESSO IL RISTORANTE “CONDITO”

Giunta alla quarta edizione l’iniziativa di #foodraising più diffusa sul territorio italiano, #100cene si consolida come appuntamento di riferimento per gli appassionati di cibo e di cause giuste.

A Teramo, il locale gruppo di volontari EMERGENCY organizza una serata solidale per domenica 26 marzo, dalle ore 20:30 in poi, presso il ristorante “Condito”, sito nel centro storico (Via Ciotti, 5); il menù prevede bruschette, formaggio e patatine fritte, pizza a giro, 8 arrosticini fatti a mano,bevande, dolce, caffè e amari.
La quota di partecipazione è di 25 euro, di cui 5 destinate al Programma Italia di Emergency; le prenotazioni si effettuano entro giovedì 23 marzo al numero 328/6495684.

All’evento teramano porteranno la propria testimonianza gli operatori sanitari di Emergency che lavorano, da circa un mese, nel distretto sanitario di Montorio al Vomano, per assistere la popolazione locale colpita dalle recenti calamità naturali.

————————–———–
IL PROGETTO NAZIONALE
————————–———–
In tutta Italia infatti, volontari, cuochi, ristoratori, amici, appassionati di cucina e di Emergency, tornano a tavola anche quest’anno per tutto il mese di marzo: i ristoratori devolveranno una quota fissa del loro incasso all’associazione, coniugando il piacere della buona tavola con la possibilità di sostenere un progetto umanitario di Emergency.

Con i fondi raccolti, Emergency potrà sostenere il Programma Italia e offrire cure gratuite ai migranti, agli stranieri e alle fasce più svantaggiate della popolazione italiana. In particolare, la campagna raccoglie fondi per aprire un centro di orientamento sociosanitario e finanziare due ambulatori mobili a Milano.

L’elenco completo delle cene disponibili in tutta Italia è in continuo aggiornamento sul sito ufficiale della ONG all’indirizzo:http://www.emergency.it/100cene.html

Posted in Banchetti e iniziative | Leave a comment

“Un calendario scolastico sul ripudio alla guerra” – Mercoledì 11 Gennaio 2017

Sul finire dell’estate il terremoto del centro Italia ha rappresentato, per chi come noi vive in quest’area geografica, l’inizio di un periodo contraddistinto da molta paura e da grande incertezza per il futuro.

Intorno a settembre, prima della ripresa delle nostre attività di volontariato nelle scuole e dei successivi terremoti, più emotivamente devastanti del primo, arriva, al nostro gruppo E, la proposta di partecipare ad un progetto per la realizzazione di un calendario scolastico per l’anno prossimo.

Un anno, il 2017, in cui provare a riporre nuove, altre speranze, quindi, perché no, proviamo a partecipare. Scelta fatta un tantino di getto, senza sapere in quali classi avremmo svolto l’intervento e l’argomento ci viene assegnato “d’ufficio”: è sull’art.11 della Costituzione e quindi sul ripudio della guerra.

Intanto, il nostro gruppo scuola si sta un tantino decimando, per scelte di vita, di studio e quant’altro…e, dunque, alla fine potrei ritrovarmi a gestire la cosa in autonomia….. E’ a questo punto che il timore di non essere adeguata per questa impresa, inizia a farsi strada, man mano che il tempo passa.

Vengo contattata dalle insegnanti e appuro che le classi coinvolte nel progetto sono delle elementari: una quarta e una seconda (praticamente una prima, visto che siamo agli inizi di ottobre e che la scuola si è riaperta solo un paio di settimane prima….). Il timore si trasforma in paura, a tratti si colora di puro terrore…

Carmela, mia compagna di viaggio nel gruppo scuola e volontaria da più tempo di me, diventa il mio riferimento continuo. Trascorro anche qualche notte insonne, che anziché portarmi buoni consigli, mi suggerisce di rifiutare, alla fine, a partecipare all’iniziativa…. per la testa mi frullavano pensieri scoraggianti del tipo: “non ce la potrò fare, è certo che non mi capiranno, non mi ascolteranno, non avranno interesse, come faccio a parlare dell’art. 11, della Costituzione, a bimbetti così piccoli?”

I giorni passano e devo decidermi a prendere il coraggio a due mani. Inizio a sfogliare il materiale che in altre occasioni abbiamo usato per gli interventi nelle classi della scuola secondaria di Primo Grado, la media per intenderci, e comincio un’attività di costruzione dell’intervento scegliendo le slides più colorate e luminose, quelle a cui far riferimento per partire dal concreto e imbastire una storia appetibile anche per i più piccini su Emergency, sulle sue attività, sulla guerra e sulla costituzione.

Arriva il fatidico giorno, Carmela mi ha sostenuto in tutti i modi, è sicura che l’intervento sia costruito logicamente e potrebbe suscitare un minimo d’interesse al nostro pubblico di bimbetti. Mi butto, vado e tremo….entro, guardo, sorrido e inizio. I bimbi ascoltano, alzano le manine, guardano curiosi e ascoltano attenti, sorridono e vogliono-pretendono di interagire. Alcuni raccontano le storie che i loro nonni hanno raccontato loro sulla guerra e questo gioco della memoria li avvicina ai tanti bambini che nelle slides sorridono loro da posti lontani e segnati ancora oggi dalla guerra.

Altri, che non hanno storie da raccontare, vogliono leggere le righe delle poesie che ho portato a corredo, le ho scaricate dall’area scuola a supporto dell’intervento. E’ così che le parole, fatte di lettere spesso ostili, ribelli, a volte sconosciute, diventano loro amiche. Tutti vogliono leggerle e scoprirle per scolpirle nella testa e non dimenticarle e ripeterle a voce alta dalla cattedra, come sanno fare bene solo le maestre.

L’atmosfera si scioglie e in quel micro mondo di bimbetti diventiamo subito amici e battiamo cinque ad ogni
parolone letto bene o anche scandito piano piano, ma ad alta voce con coraggio e a testa alta: anche loro così, a loro modo, hanno voluto dare un contributo a Emergency, di cui si può diventare volontari tra troppo tempo, solo quando diventeranno grandi.

Da questa seconda elementare sono uscita ricaricata. Allora è stato possibile, ce la farò anche in quarta….e così è stato.

Il clima di accoglienza e disponibilità, sicuramente preparato ad hoc dalle maestre, il cui contributo e la cui presenza confortante ricordo con vero piacere, sono stati palpabili e gli occhi attenti e fissi, disincantati e curiosi dei bambini hanno cancellato ogni paura.

Sono stata felice di aver accettato la sfida, alla fine.

In fondo, con i bambini capirsi è semplice. Quando ti prendono per mano, quando battono cinque, hanno già scelto di fidarsi di te e sono come il cemento umido, tutto quello che li colpisce lascia un’impronta.

Speriamo che Emergency, con il suo simbolo E, su cui tanto ci siamo soffermati durante gli incontri, abbia lasciato loro un’impronta che sia, per il loro futuro, anche significativa.

(Merinda, Volontaria Gruppo di Teramo)

Posted in Emergency a scuola | Leave a comment

PRESENTAZIONE LIBRO “AFGHANISTAN, MISSIONE INCOMPIUTA 2001-2015” DI NICO PIRO – 17 FEBBRAIO ORE 18.30

Emergency Teramo e Detto tra Noi di nuovo assieme per affermare la cultura della pace. Questo è il tema dello Scambialibro di Venerdì 17  Febbraio con inizio alle 18.30,  in cui sarà ospite Nico Piro, inviato del TG3 che presenterà,  presso la corte interna della biblioteca Delfico, il suo libro “Afghanistan, Missione incompiuta 2001-2015” di Lantana editore.

Già. L’Afghanistan, un paese che dal 1979 è stato sempre teatro di guerra e dal 2001 è al centro di un conflitto innescato dai tragici eventi dell’11 settembre 2001 in USA. Il paese descritto dai best sellers “Il Cacciatore di aquiloni” e “Mille splendidi soli” di Khaled Hosseini viene ora visto con gli occhi del giornalista, dell’inviato che percorre le strade di Kabul in cerca di una ragione, un motivo che giustifichi gli ultimi 15 anni di un conflitto che, ricordiamolo, vede partecipe anche l’Italia e che già conta 52 militari deceduti e circa 6 miliardi di euro spesi dal nostro paese.

Nico Piro, osservatore privilegiato, porterà a Teramo la sua esperienza e la sua idea su questo assurdo conflitto; con lui interverrà anche l’infermiere di Emergency Roberto Maccaroni il quale,  nei presidi ospedalieri afgani gestiti dalla ONG italiana, ha prestato la propria opera per militari, civili, cristiani e talebani senza distinzione alcuna. Emergency è in Afghanistan dal 1999 dove ha curato bene e gratis circa 5 milioni di persone su un totale di 30 milioni di abitanti.

Modererà l’incontro la giornalista Pina Manente e in sala sarà disponibile il volume dell’autore. A seguire le proposte di lettura mensili dello Scambialibro.

Visualizza le foto

Posted in Banchetti e iniziative | Leave a comment

VENERDI 9 DICEMBRE – A CENA CON EMERGENCY PRESSO BORGO SPOLTINO!

Venerdì 9 dicembre alle ore 20:30 torneremo a tavola per aiutare EMERGENCY!
Per il terzo anno consecutivo abbiamo organizzato una cena solidale a Borgo Spoltino (C.da Selva, Mosciano Sant’Angelo): questa volta, grazie allo Chef Gabriele Marrangoni e al suo Staff, faremo un tour culinario tra le regioni interessate dal Programma Italia di Emergency. Tante prelibatezze dal Nord al Sud del bel paese!
La serata sarà allietata dal duo acustico “Scaramouche” (chitarra e saxofono).

La quota di partecipazione è di 25 euro di cui 10 a favore del Programma Italia di Emergency. È necessario prenotarsi al numero 085 8071021.

“Quando si nomina il lavoro di Emergency il pensiero di solito va alle sale operatorie, non alle cucine. Eppure le cucine hanno un ruolo e un significato importante nel nostro lavoro, e non solo perché Emergency è nata attorno al tavolo di una cucina. Nei Paesi in cui lavoriamo è raro trovare un ospedale che dia da mangiare ai pazienti: quando sei ricoverato sarà la tua famiglia a portarti da mangiare, sempre che abiti vicino, altrimenti lo devi comprare…se te lo puoi permettere. Il cibo però è parte importante nel processo di guarigione, e noi non avremmo mai potuto accettare di vedere nelle nostre corsie la disuguaglianza tra chi si può permettere il cibo e chi no. Ecco perché i cuochi, le cucine, i tre pasti al giorno per tutti i pazienti e per i genitori dei bambini ricoverati…”  (dal Calendario Emergency 2017).

“Attorno a un piatto, attorno a un tavolo, il cibo è una lingua universale che unisce senza bisogno di parole.”

 

Visualizza le foto della serata!

Posted in Banchetti e iniziative | Leave a comment

“PACE E BERE”…AL BELVEDERE – APERITIVO SOLIDALE DOMENICA 4 DICEMBRE!

Al Belvedere… “Pace & Bere”!

Un ricco aperitivo cenato a buffet accompagnato da tanta buona musica, per sostenere EMERGENCY, i suoi progetti e le sue idee di pace e diritti!
Ad intrattenerci, durante la serata, la musica di Angela Esmeralda (voce), Sebastiano Lillo (chitarre) e Carletto Petrosillo (contrabbasso); a seguire le note scatenate del trio Spaghetti rocchenroll

Il 20% dell’incasso della serata sarà devoluto a Emergency.
Come di consueto sarà presente il banchetto di Emergency, con i nuovi gadget natalizi, il calendario e la tessera 2017.

Visualizza le foto della serata!

Posted in Banchetti e iniziative | Leave a comment